Pianosequenza.net
Immagine
 Tarantino ...... di Emanuele P.
 
"
Molti film sono solo fotografie di gente che parla.

Alfred Hitchcock
"
 
\\ Ingresso : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
a cura di Emanuele P. (del 31/07/2012 @ 15:08:40, in Al Cinema, linkato 1870 volte)

Travolti dalla cicogna
(Un heureux évenement)
Rémi Bezançon, 2011 (Francia), 107’
uscita italiana: 27 luglio 2012
voto su C.C.

Barbara (Louise Bourgoin) e Nicolas (Pio Marmaï) sono una coppia felice. Dopo un lungo corteggiamento nella videoteca in cui lui lavora, punteggiato dai titoli di film celebri (tra le idee più interessanti della pellicola), i due hanno deciso di fidanzarsi e metter su famiglia. La nascita del primogenito nasconde però abbastanza insidie da far vacillare una unione all’apparenza inossidabile.
Durante il periodo estivo, nei cinema italiani che stoicamente decidono di restar aperti è possibile imbattersi nelle peggiori porcherie che l’anno cinematografico riesce ad offrire, perché la bella stagione dalle nostre parti è sinonimo di contenitore nel quale i distributori possono disfarsi di scommesse perse ed acquisti sbagliati, o più semplicemente di pellicole con ben poche aspettative da botteghino.  In questo “vuoto di potere” di tanto in tanto è possibile scovare buone idee e giovani talenti, magari poco sponsorizzati o provenienti da lidi non esattamente alla moda. Un esempio arriva dall'ultimo carico di film degli odiati cugini francesi sbarcato sulle spiagge italiane, nel quale diversi titoli hanno rubato l’occhio: dal capolavoro La guerra è dichiarata fino alle due godibili commediole (il nostro Travolti dalla cicogna e L’amore dura tre anni) nelle quali brilla in tutto il suo talento e fascino Louise Bourgoin.
Proprio in Travolti dalla cicogna l’attrice francese riesce a reggere, insieme al collega Marmaï, l’intero peso di una narrazione a volte banale o sopra le righe, regalando all’accaldato spettatore una interpretazione che vale il film. Non la aiuta particolarmente il regista, Rémi Bezançon, che decide di approcciarsi alla storia con atteggiamento da documentarista: mentre snobba la maggior parte dei momenti che garantirebbero pathos, sottolinea con una certa pedanza tutti i frangenti di vita quotidiana e le piccole (grandi) sfide rappresentate dalla nascita del primo figlio. Questa scelta alla lunga non paga, perché sacrifica l’interessante vena creativa dimostrata dal regista in diverse sequenze, in favore dell’approfondimento super-realista su temi e situazioni ben meno ignote ai più di quanto l’autore sembrerebbe credere.  
Per la fortuna di Bezançon e di tutti gli spettatori, in campo c’è quasi sempre l’enigmatico sorriso della Bourgoin. Tanto basta.
 Permalink   Storico Storico  Stampa Stampa
 
a cura di Emanuele P. (del 13/07/2012 @ 15:19:16, in Al Cinema, linkato 1364 volte)

Contraband
(Contraband)
Baltasar Kormákur, 2012 (USA), 110'
uscita italiana: 25 luglio 2012
voto su C.C.

Chris Farraday (Mark Wahlberg) è un rinomato traffichino che ha lasciato la professione per dedicarsi alla bella moglie (Kate Beckinsale) e ai due figli con l'ossessione per il soccer. Proprio dalla famiglia acquisita arriva però la grana: il fratello della compagna, un ragazzino dalla faccia stupida (Caleb Landry Jones), è impelagato in affari loschi decisamente al di fuori dalla sua portata che coinvolgono un tatuatissimo delinquente del luogo (Giovanni Ribisi). Per salvare l'onore (e la pellaccia) di tutti, Chris dovrà tornare al suo vecchio mondo per un ultimo rocambolesco colpo.

In questo periodo di crisi, avere un euro per ogni volta che Mark Wahlberg deve vendicarsi durante un film sarebbe veramente d'aiuto; non a caso l'islandese Baltasar Kormákur lo sceglie come efficace protagonista del suo primo lungometraggio hollywoodiano (ispirato ad una precedente pellicola europea, Reykjavik-Rotterdam), action movie dal buon ritmo e dalla inevitabile sequela di colpi di scena, che lo trasformano presto nell'ennesima variante incentrata sulla revanche truculenta.
La regia di Kormákur inizia con eccessiva incertezza, a causa di una camera a mano così tremolante da causare il mal di mare, ma poi stabilizzandosi acquisisce convinzione e vigore, garantendo all'intera vicenda una resa quantomeno in linea con le attese. Oltre alle previste sequenze d'azione, dove non mancano la giusta dose di inseguimenti in auto, sparatorie ed angherie subite da vittime impotenti, si segnala nella narrazione un curioso approfondimento sul mondo del contrabbando, apparentemente fondato su corruzione diffusa (ma chirurgica) e geniali trovate che sfruttano principi della fisica per occultare carichi voluminosi.
L'ambientazione “itinerante” risulta l'intuizione più riuscita dell'intera pellicola: tra gli interni inneggianti al blues di New Orleans e le polverose strade di Panama c'è infatti l'interessante intermezzo su una claustrofobica nave cargo, palcoscenico ideale per le ardite acrobazie del nostro eroe-contrabbandiere.

Tipico film “riempitivo” della stagione invernale americana (che, curiosamente, coincide con la nostra estiva), Contraband garantisce all'aficionados tutti gli ingredienti di un avvincente action movie, oltre alla funzionale messa in scena di un autore che sembra particolarmente a suo agio col genere.
Da ombrellone.
 Permalink   Storico Storico  Stampa Stampa
 
a cura di Angelo R. (del 12/07/2012 @ 21:00:56, in Contenuti Speciali, linkato 1474 volte)

Rounders – Il giocatore
(Rounders)
John Dahl, 1998 (USA), 121'

Mike McDermott, impersonato da Matt Damon, è uno studente di giurisprudenza che si ritrova a giocare a texas holdem (la più tradizionale variante di poker) per finanziare i suoi studi. Nel corso di una sfida contro Teddy KGB (John Malkovich), uno strozzino russo gestore di un club privato, subisce un'enorme perdita che lo costringe ad allontanarsi dal tavolo verde e a decidere di mantenersi agli studi lavorando come fattorino per un suo caro amico anche lui giocatore.
Nel frattempo una sua vecchia conoscenza, Lester "Verme" Murphy (Edward Norton) si indebita di 7.000$ con il Chesterfield, un club gestito dalla bella Petra (Famke Janssen) e per 15.000$ con Grama (Michael Rispoli), uno scagnozzo di Teddy KGB, e a Mike toccherà correre in suo soccorso interrompendo la sua astensione dal gioco.
Verme e Mike si impegnano a recuperare la somma. Durante una partita di 7 card stud particolarmente favorevole, Verme, scoperto a barare, viene pestato e privato della vincita. A seguito della sua fuga Mike rimane da solo a fronteggiare il risarcimento di tutti i debiti. Interviene a questo punto il professor Abe Petrovsky (Martin Landau) che, convinto dell’eccezionale talento di Mike, decide di investire sulla sua abilità concedendogli 10.000$.
Questa somma permetterà a Mike di sfidare Teddy KGB in una partita testa a testa, nella quale risulterà in vincitore. La vincita darà però luogo ad una nuova sfida nella quale Mike rigiocherà i 20.000$ vinti e, dopo intense ore di gioco, riuscirà a sconfiggere Teddy KGB, arrivando a vincere 60.000$. Pagato ogni debito, la rimanente somma costituirà l’occasione per partecipare al Main Event delle WSOP a Las Vegas.

La trama, incentrata su un tema adrenalinico come il gioco d'azzardo e impreziosita da un cameo del campione del mondo di poker Johnny Chan, oltre a tenere desta l’attenzione dello spettatore ha assicurato alla pellicola una lunga fortuna, oggi rinnovata dall'opportunità di giocare a poker online gratis, cosa questa che sta incrementando il numero di appassionati al fortunato gioco.
Sulle note della splendida colonna sonora diretta da Christopher Young si dipana un avvincente continuum di scontri al tavolo verde, contestualizzati in un quadro torbido e inquietante che lascia presagire pericoli e violente conseguenze dell’ossessione per il gioco. La regia di John Dahl presenta il tema del gioco d’azzardo con disinvoltura e neutralità e, mediante l’uso magistrale delle inquadrature e della voce fuori campo, riesce in una ricostruzione realistica in cui il giocatore non è mai giudicato, ma solo fotografato.

Il ritmo incalzante, una collaudata regia e un ottimo cast che mette a confronto, tra gli altri, due fuoriclasse come John Malkovich ed Edward Norton, costituiscono delle ottime premesse, solo parzialmente deluse da dialoghi spesso poco convincenti e da uno sviluppo non particolarmente originale.
 Permalink   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1


online dal 16 ottobre 2006

Titolo
Al Cinema (196)
Amarcord (63)
Anteprime (33)
Cattiva Maestra Televisione (13)
Contenuti Speciali (43)
Frames (29)
Professione Reporter (5)
Re per una notte (63)
Sentieri Selvaggi (9)
Uno Sparo Nel Buio (4)

Post del mese:
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017

Gli interventi più cliccati


Cerca per parola chiave
 


Titolo
Logo (33)

Le fotografie più cliccate


Titolo
Blog segnalato da:












Giudice su:




Inland Empire Aggregator









Net news di Informazione Libera


Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog






Creative Commons License
I testi sono pubblicati sotto una 
Licenza Creative Commons.


23/09/2017 @ 09:19:24
script eseguito in 70 ms